Il bilancio di Luigi De Canio

Tempo di bilanci anche per la redazione di Buoncalcioatutti.

Siamo andati a chiedere un parere ad un esperto per ogni reparto, uomini di calcio che ci racconteranno cosa li abbia impressionati positivamente nel girone di andata, prima in generale e poi – più nello specifico – in orbita Genoa.

Cominciamo dalla panchina, cominciamo con mister Luigi De Canio.

IN GENERALE – “Il girone di andata non mi è sembrato un periodo in cui si sia visto qualcosa di particolarmente nuovo o interessante. Dal punto di vista tattico penso non ci sia stato niente di diverso dal solito, l’interpretazione forse è cambiata nel modo di stare in campo. L’agonismo e la qualità del Genoa, così come la linearità del Napoli credo che siano le novità più interessanti del momento. 

ORBITA GENOA – “Ultimamente ho visto bene il Genoa, con parecchi giocatori di buona qualità: Ocampos mi pare un buon giocatore di buon talento, Laxalt mi è sempre piaciuto per il suo dinamismo e la sua capacità di fare benissimo le due fasi, in ultimo Simeone mi ha davvero sorpreso per la personalità e la qualità con cui si è imposto. Credo che se il Genoa abbia deciso di privarsi di un giocatore importante come Pavoletti lo abbia fatto perché ha ricevuto garanzie da questo ragazzo, garanzie che Simeone ha dato a tutta la squadra”.

MATTIA PERIN – “Mi permetto di fare un grandissimo in bocca al lupo a Mattia Perin che ha avuto questo grandissimo e sfortunatissimo incidente ma è un ragazzo solare, forte moralmente sia in campo che fuori”. 

L’audio di Luigi De Canio, ex tecnico del Genoa