Genoa, Juric: “Oggi segnale positivo, Taarabt aveva solo 15 minuti”

Al termine del pareggio per 3 a 3 maturato al “Franchi” sono state queste le parole di ivan Juric, tecnico rossoblu, in conferenza stampa. Ve le riassumiamo per punti allegando in fondo l’audio della conferenza:

“E’ stato un mese infernale di lavoro per inserire tanti giocatori, giovani o meno, che ho dovuto inserire in corsa. Ora da mercoledì voglio ricominciare con il mio calcio”

– “Adel credo abbia un quarto d’ora nelle gambe, e credo si sia visto. L’ho messo dentro come ultima spiaggia, per disperazione, ma si è visto che ha fatto bene. Aveva però solo venti minuti e l’ho notato”

– “In quest’ultimo mese ho capito che devo imparare a lavorare con un gruppo di venti uomini che devono essere protetti da me in quanto allenatore. Devo anche imparare a proteggere di più me stesso”

– “Il problema del mercato non è sempre dettato da quelli che vanno, ma da quelli che arrivano, perché non è facile inserire tutti i giocatori e sostituire quelli che c’erano. Spero che in questi ultimi due giorni la società faccia il massimo: poi ricominciamo a lavorare”

– “La partita di oggi mi sembra un segnale positivo per il mio gruppo e voglio ricreare un bel gruppo come accaduto nel girone d’andata”

– “Hiljemark è giocatore che sa tenere palla, che ha grandi doti: col tempo migliorerà anche lui”