Genoa, Juric: “Firenze ci ha fatto bene a livello mentale. Domani chi sta meglio gioca”

Il tecnico del Genoa Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Sassuolo.

Questi, per punti, i concetti espressi dal mister rossoblù:

Sugli infortunati rientrati in gruppo:

Veloso è indietro perché è tornato ad allenarsi dopo molto tempo; Cataldi sta bene e Rigoni si è allenato le prime volte i giorni scorsi. Le maggiori possibilità le ha Cataldi

Sul pareggio di Firenze:

A Firenze abbiamo dato un gran segnale, di gruppo. Questa settimana è stata produttiva e ci ha permesso di capire tutti molte cose: la palla deve viaggiare, deve esserci intensità. Quello che ci mancava inizia a rientrare sui binari giusti

Buona settimana, l’intensità si è alzata. Il pari a Firenze ci voleva proprio a livello mentale

Su Palladino:

Palladino è pronto ed è un giocatore che ha giocato sempre, e anche bene. E’ un gran professionista, che sa gestirsi: lo vedo bene. Potremmo vederlo in campo dall’inizio

Sulla formazione che potrebbe scendere in campo domani con il Sassuolo:

Ho un po’ di dubbi anche dietro perché è una settimana che vedo competizione e tutti lavorano come si deve”

“Cerco di inserire al meglio anche i nuovi arrivi”

“Chi sta meglio gioca, penso che se riusciamo col tempo a giocare al calcio come a inizio stagione abbiamo tanti uomini di qualità con cui far davvero bene“.

“Chi sta meglio gioca, penso che se riusciamo col tempo a giocare bene al calcio abbiamo tanti uomini di qualità con cui far bene”

Sulla difesa:

Sul calo difensivo ha influito un po’ di tutto: abbiamo cominciato a prendere tanti gol su contropiede e da calci piazzati. Se fino a poco tempo fa tiravano davvero poco in porta ora siamo passati drasticamente dall’essere molto positivi a molto negativi, spero che possiamo tornare quelli di prima al più presto anche in difesa”

Sul Sassuolo:

“Invidio il modello Sassuolo, vedo tutti questi ragazzi italiani – Ricci, Ragusa, Mazzitelli, Politano – giovani con talento ed è una cosa bella, i risultati poi si vedono. I neroverdi sono una squadra che gioca un bel calcio e mi piace”

“Noi siamo una buona squadra come gruppo ed alternative, dobbiamo migliorare ogni giorno come intesa, però sono convinto di avere un materiale molto molto buono”

“La vittoria domani è fondamentale così come una prestazione positiva per portare a casa i 3 punti”

Sul modulo:

Il modulo non conta tanto, si può giocare molto aggressivi anche con un 5 3 2. Lavoriamo piuttosto per ritrovare il Genoa di inizio anno che attaccava con tanti uomini e faceva buon possesso apparendo una squadra dinamica. Del resto, se fai muovere bene la palla, corri di meno

Su Goran Pandev:

A livello umano mi fa impazzire, col Crotone è entrato bene così come a Firenze. E’ giusto prenderlo in considerazione aldilà dell’età

Un bilancio sul calciomercato:

Arrivati giocatori interessanti che ci daranno una mano quando cresceranno soprattutto fisicamente

Su Giovanni Simeone:

“È uno che impara e ha testa, analizza quel che gli fai vedere cercando di metterlo subito in campo. Poi dentro l’area di rigore si muove bene, ma lo fa perché ce l’ha dentro e non devo dirgli o insegnargli molto. Per quanto riguarda altri movimenti deve ancora imparare”

“In area di rigore ha movimenti da attaccante vero, tutto il resto era un dubbio”

DI SEGUITO L’AUDIO DELLA CONFERENZA STAMPA DI IVAN JURIC: