Occhi al Pio: pochi cambiamenti, domani Izzo day

foto d'archivio

Anche quest’oggi Pio blindato e allenamento pomeridiano a porte chiuse. Se Mandorlini avrà attuato un lavoro simile, seppur differenziato rispetto a quello di martedì scorso a porte aperte, la squadra che ha giocato con il Bologna non si dovrebbe toccare.

Il modulo sarà non statico sul 5-3-2 ma più mobile. Tutti si dovranno applicare per crearlo e renderlo funzionale, a partire dalle corsie laterali dove Lazovic e Laxalt che non sono terzini di contenimento ma di attacco saranno tra i più impegnati. Il loro inserimento continuo sulle corsie laterali, assumendo una fisionomia più partecipativa ed equilibrata della squadra nella fase di possesso, potrebbe essere una buona chiave contro il 4-3-1-2 dell’Empoli.

La formazione schierata contro il Bologna. Mandorlini non dovrebbe stravolgerla in vista di Empoli

Come sempre, anche contro l’Empoli non sarà una questione di numeri tattici: per i toscani sarà importante avere tanti giocatori dietro la linea del pallone ma averne in egual misura anche davanti.

Notizie dall’infermeria rossoblu. Oltre ai lungodegenti Veloso e Perin, in Toscana non ci saranno Orban e Ninkovic alle prese con dolori agli adduttori.  Per lo spagnolo pubalgia da monitorare giorno dopo giorno. Empoli-Genoa verrà diretta da Doveri di Roma.

Intanto domani alle ore 14 inizierà il processo ad Armando Izzo. La voglia di tutti è di festeggiare il suo compleanno con un giorno di ritardo. Armando Izzo, visto in serata all’aeroporto Cristoforo Colombo in partenza per Roma, sarà accompagnato nella Capitale dalla dirigenza rossoblu.

Per ricevere tutti gli aggiornamenti e le curiosità sul Genoa seguite anche la nostra pagina Facebook mettendo “Mi Piace” (clicca qui) oppure iscrivetevi alla newsletter (clicca qui).