Juventus: chi evitare ai Quarti di Finale?

Gianluigi Buffon è stato laconico e sorprendente, rispondendo ‘Leicester’ alla domanda su quale fosse la peggior squadra da pescare nell’urna di Nyon, roccaforte dell’UEFA.

E voi, se vi trovaste nei panni della Juventus, cosa direste?

Proviamo a prendere in esame tutte le squadre, come al solito riassumendo il tutto per punti:

  • ATLETICO MADRID da evitare per tanti motivi. Una faccia della medaglia ci dice che i Colchoneros non rientreranno nella lotta per la Liga spagnola, mentre la seconda vede il Cholo Simeone completamente trasformato quando si sente profumo di notti europee. Il fatto che Griezmann e compagni debbano pensare anche a mantenersi vivi e vegeti in campionato può rappresentare una distrazione o un incentivo a qualificarsi di diritto alzando direttamente la coppa? Sarebbe strano, difficile viste le avversarie, ma l’Atletico Madrid insegna a non fidarsi mai delle apparenze.
  • BARCELLONA da evitare in tutti i sensi. Chiunque farebbe a meno di venire sorteggiato contro una squadra che ha appena rotto le barriere del suono e del buonsenso, mettendo a tacere ogni esperto di calcio o tifoso del Paris Saint-Germain, già con la testa ai Quarti di Finale. Attacco a parte, i problemi difensivi non sono mai mancati e restano piuttosto visibili, ma definire il Barça una squadra abbordabile sarebbe da sprovveduti oltre che da ignoranti della storia recente.

IL TACCUINO: Da evitare assolutamente l’influenza del talismano Samuel Umtiti, senza cui il Barcellona ha sempre faticato. Con lui presente, invece, la percentuale di vittorie è quasi impareggiabile.

  • REAL MADRID da evitare a prescindere dal risultato contro il Napoli. La qualità offensiva ed il fattore Sergio Ramos sono già due motivi abbastanza buoni per temere i Galàcticos, che cercheranno in tutti i modi di mantenere la leadership anche in Champions. Se gli azzurri sono riusciti a metterli in difficoltà, nel secondo turno potrebbero dimostrare di aver imparato la lezione.
  • LEICESTER da evitare secondo Buffon. Non ha tutti i torti la saracinesca juventina, ne sono la prova i recenti risultati positivi dopo la ‘cacciata’ di Claudio Ranieri. Parte della squadra si era palesemente ribellata al tecnico italiano, che ha pagato dazio per conto di tutti e che ora vede i suoi uomini brillare sia in campionato che in coppa. Oltre a questo, nella gara di ritorno contro il Siviglia sono girate bene non poche situazioni – vedi rigore sbagliato dagli andalusi oltre ad un paio di occasioni clamorose -, segno tangibile di come i ragazzi guidati dal traghettatore Shakespeare ‘hanno tutte le qualità per mettere in difficoltà le grandi squadre’.

IL TACCUINO: a proposito di portieri, Kasper Schmeichel si sta ergendo a paladino del Leicester sfoderando partite e parate degne del padre Peter.

  • BAYERN MONACO da non prendere nemmeno in considerazione come avversaria da affrontare nei Quarti di Finale, fondamentalmente perché già lo scorso anno il boccone è stato piuttosto amaro da digerire. Oltre a questo oggi sulla panchina bavarese siede Carlo Ancelotti, che conosce benissimo pregi e difetti del calcio italiano; difficile che sbagli una mossa, quasi impossible che la corazzata biancorossa venga sorpresa alle spalle. Ne sono una prova le 10 reti rifilate all’Arsenal in 2 partite.
  • MONACO da evitare nonostante i buoni ricordi del 2015, quando due gare piuttosto attendiste e poco movimentate permisero ai bianconeri di passare alle semifinali. Decise una rete su rigore di Arturo Vidal allo Juventus Stadium, nella gara di andata.

  • BORUSSIA DORTMUND da evitare perché imprevedibile. Tanto in campionato quanto in Champions League, dove perde all’andata stravincendo 4-0 al ritorno. In Bundesliga continuano i passi falsi, in media un paio al mese, a causa dei quali il terzo posto viene costantemente insidiato da Herta Berlino ed Hoffenheim. Se Thomas Tuchel vuole un riscatto per farsi amare come Jurgen Klopp dai suoi tifosi, questa potrebbe essere l’opportunità da cogliere fino in fondo.

IL TACCUINO: Dopo essersi preso qualche settimana di stop per curare i noti problemi di metabolismo, Mario Gotze potrebbe tornare ad allenarsi con i gialloneri in estate. Tradotto? Niente quarti di Champions League.