Serie B: Salernitana are on fire, Frosinone capolista e Perugia in risalita

Immagine tratta da Internet

Si è quasi conclusa la 32esima giornata di Serie B, che vedrà calare il sipario questa sera al termine di Bari – Novara, sfida fondamentale per le speranze playoff.

A proposito, la gara delle 12.30 ci ha detto che il Verona di Pecchia e Pazzini rischia di finirvi in virtù di un 3° posto che va stretto ai gialloblu viste le aspettative di inizio stagione; il tempo non manca ma Spal e Frosinone sembrano sul pezzo.

FROSINONE CAPOLISTA, SEMPLICI FIDUCIOSO

Proprio le due prime della classe si sfidavano alle ore 15. La posta in palio è andata interamente agli ospiti, i frusinati di Pasquale Marino, capaci di rompere gli equilibri nel secondo tempo dopo aver rischiato più volte di andare in svantaggio.

Semplici e la sua Spal perdono così la seconda gara casalinga della stagione (la prima era arrivata contro il Verona a settembre), finendo per essere scavalcati dai loro acerrimi rivali. Dubbio un rigore per fallo su Lazzari, decisivo invece un intervento sulla linea per sventare un possibile vantaggio dei biancazzurri nel primo tempo.

“Anche lo scorso anno abbiamo perso contro le due maggiori rivali in campionato e poi siamo arrivati primi in classifica al termine della stagione” ha ammesso il tecnico della Spal ai microfoni di SkySport. Con la quarta miglior difesa ed il primo miglior attacco, i numeri promettono bene.

BENEVENTO 1-3 TRAPANI: SUPER CORONADO 

Nell’anticipo del sabato è invece successo un po’ di tutto: a farne le spese è stato il Benevento, quinto in classifica e pieno di rammarico per una sconfitta così ampia contro la terzultima forza del campionato.

Decisivo Coronado, che segna una doppietta e offre a Curiale il pallone del definitivo 3 a 1: ora la salvezza è un obiettivo raggiungibile.

A proposito di salvezza, la Ternana di Fabio Liverani ha dimostrato di poter mettere in difficoltà chiunque con la forza di Avenatti e Falletti, entrambi in rete nella partita pirotecnica del Libero Liberati: 4 reti a 1 e Avellino fermato sul nascere, sebbene l’ex Perugia Ardemagni avesse provato a riaprire la gara su calcio di rigore. Molte proteste invece da parte dei campani per tiro dal dischetto concesso agli umbri sullo 0-0, rigore trasformato proprio dall’uruguaiano Avenatti che ha ritrovato la gioia del gol in Serie B dopo 4 mesi di digiuno.

SALERNITANA ARE ON FIRE

La corsa per arrivare ai playoff si tinge di granata: Sprocati e Bernardini fermano l’Ascoli e proiettano la squadra di Alberto Bollini in piena zona infuocata. Riusciranno a raggiungere il Cittadella, vittorioso ieri sera contro lo Spezia.

IL TACCUINO – CHRISTIAN KOUAME 

Arrivato in prestito dal Prato, l’attaccante ivoriano classe 1997 ha deciso proprio la partita del Cittadella contro gli aquilotti bianconeri siglando la prima rete stagionale; dice di ispirarsi a Didier Drogba e Samuel Eto’o, mica male come lettera di presentazione.

 

Tornando invece a Salernitana-Ascoli, “questa è la fase determinante della stagione” aveva ammesso il tecnico granata proprio alla vigilia della sfida contro i bianconeri, che hanno subìto oggi la decima sconfitta stagionale.

Per ora a Salerno, invece, si godono i tre punti.

I playoff, con l’arrivo della Salernitana dalle retrovie e vista la presenza ormai costante del Cittadella,​ potranno colorarsi di granata? Probabilmente a svelarlo sarà l’ultima giornata.

L’Entella con rabbia sul Cesena, che vede avvicinarsi la zona calda che porta alla retrocessione in Lega Pro. Idem per Vicenza e Brescia, che si sono spartite la posta in palio con un pareggio caratterizzato da due reti in mischia: prima Blanchard, poi Pucino.

Occasione persa per Carpi e Perugia, che cercavano un acuto nel silenzio generale del centro classifica ma non sono riuscite a conquistare i 3 punti. Castori e Bucchi devono tenersi stretto il punto conquistato, utile per tenere una squadra (il Carpi) nella parte sinistra e importanti per proiettare invece gli umbri al 4° posto a braccetto con il Benevento.

Il tutto per una classifica che dice questo:

La prossima giornata si aprirà venerdì sera con Avellino-Spal e Cesena-Frosinone; nella giornata di sabato invece riflettori puntati su Trapani-Verona, con i padroni di casa ormai lanciati a capofitto verso l’uscita dal tunnel e i gialloblù alla ricerca di certezze dopo l’ennesimo scivolone fra le mura amiche.

Pisa chiamato all’impresa contro una Salernitana in splendida forma, il Perugia cercherà invece una vittoria fondamentale contro un Vicenza che però non può più permettersi sbagliare.

Nessuna sorpresa anche nella classifica marcatori: il palo di Dionisi nega la gioia del gol, Ciofani inventa e raggiunge Caracciolo nella Top Ten dei bomber di Serie B. Un campionato sempre più combattuto, un campionato sempre più vivo. Insomma, sempre più infuocato e incandescente: attenzione a non scottarsi.