Genoa, parla Mandorlini: “Rispetto per tutti, paura di nessuno” – AUDIO

Il tecnico del Grifone Andrea Mandorlini ha parlato come di consueto nella conferenza stampa di preparazione alla sfida casalinga contro l’Atalanta.

Questi, per punti, i concetti espressi dall’allenatore del Genoa:

  • Cataldi ha ancora la caviglia molto gonfia, vediamo domani.
  • Vedo una squadra in fiducia che sta bene.
  • Dobbiamo cercare di far punti e trovare la vittoria in casa che ci manca da un po’.
  • I giocatori si preparano e l’allenatore prepara ogni situazione, poi ce la partita.
  • Siamo figli del risultato, allo stadio più siamo e meglio è: quel che conta è trovare il risultato e non vedo l’ora che arrivi questa partita.
  • Un risultato positivo è fondamentale per farti allenare meglio e vivere bene la settimana.
  • Cambierò qualcosa rispetto al solito: al di là di Cataldi e del non recupero di Veloso abbiamo provato tante soluzioni.
  • Veloso non sarà nemmeno in panchina. In settimana l’ho visto anche bene, ma non è ancora a posto come condizione atletica.

Su Armando Izzo:

  •  A me piacciono i giocatori universali come Armando, può fare il centrale difensivo ma non solo.
  • Anche a Firenze e con Gasperini ha giocato in mezzo al campo in un centrocampo a 3.
  •  Ho visto molti filmati e penso che possa darci qualche vantaggio in più contro una squadra fisica come l’Atalanta.

Dopo aver battuto l’Atalanta, il tecnico dell’Inter Stefano Pioli ha dichiarato di aver lavorato solamente sui difetti dei bergamaschi.

  • Pioli non penso abbia scoperto l’acqua calda, ogni allenatore lavora sui difetti degli avversari.

Su Morosini, Beghetto e Biraschi: si vedranno davvero in campo?

  •  Sono giocatori importati utilizzati poco ma sono felice di come si allenano, sono sempre pronti.
  • Si sono già visti qualche volta, mettergli troppa pressione addosso però non penso sia la cosa giusta in questo momento.

Su Giovanni Simeone:

  • Ci sono momenti in cui segni sempre anche senza volerlo, altri in cui ti va tutto male.
  • Giovanni è giovane e si porterà sulle spalle anche questa esperienza negativa.
  • Deve continuare a giocare per la squadra e sarà premiato.
  • Giocherà al fianco di Pinilla? Lo ha sempre fatto, a parte contro il Milan. Insieme possono creare problemi e fare cose importanti.

Sul possesso palla minimo vistosi contro il Milan:

  •  I giocatori importanti in fase di possesso mancano, vedi Miguel Veloso.
  • Cataldi è giovane ma potrebbe far meglio, Cofie è più difensivo: serve l’efficiacia adesso, più che il possesso mi interessa trovare gli spazi e giocare in verticale, dobbiamo essere solidi e subire meno contropiede.
  • Serve concretezza anche davanti.

Sull’Atalanta:

  • Siamo contro una squadra in fiducia, che cerca l’Europa League e con tante individualità molto importanti.
  • La voglia di riscatto per Pinilla? È un giocatore solido e pieno di carattere, se avrà voglia di far bene contro l’Atalanta dovete chiederlo a lui.
  • Dobbiamo avere rispetto di tutti ma paura di nessuno.
  • Cercare di portare a casa il risultato è la base, dobbiamo tornare ad essere una squadra difficile, cattiva, magari brutta ma molto tosta.

Sul problema dei calci piazzati:

  • Mi è già capitato altre volte, l’abilità nei calci piazzati serve ed il giocatore con questa abilità è fuori, parlo di Veloso.
  • Ho guardato i numeri e i problemi ci sono, è chiaro che da una palla ferma serva concentrazione e stiamo lavorando per migliorare.
  • Dobbiamo far meglio di quanto non sia stato fatto, su 10 corner battuti ne saranno arrivati dentro 1 o 2, sulle palle ferme pretendo che vi sia concentrazione.
  • Abbiamo giocatori che possono far male in area di rigore ma serve essere precisi.

Sul gioco di Gian Piero Gasperini:

  • Dobbiamo difendere bene contro Gasperini, ho fiducia che ce la faremo ma lo vedremo nell’esame di domani.

DI SEGUITO L’AUDIO DELL’INTERA CONFERENZA STAMPA DELLA VIGILIA: