L’Inter si dà la Zapata sui piedi, Napoli mille colori in maglia nera

Immagine tratta da Internet

LA GIORNATA CHE FU – Nel segno del pareggio

Sono state ben 4 le gare terminate con segno X, tutte fondamentali. Alcune per la corsa al secondo posto, altre per la lotta salvezza: pari del Palermo, pari del Crotone, pari fra Genoa-Lazio e Roma-Atalanta. Nel mezzo un derby di Milano, il primo dagli occhi a mandorla, riacciuffato nel finale proprio come quello del 20 Novembre, quando a segnare allo scadere fu Ivan Perisic.

Buona a metà la prima di Diego Bortoluzzi sulla panchina rosanero, torna invece a vincere in casa il Cagliari di mister Rastelli, complice anche un Seculin – in campo al posto di Stefano Sorrentino, fermato da un guaio muscolare – decisamente poco sicuro nelle uscite.

Il Sassuolo evita di venire sfiorato dalla paura vincendo in casa contro la Sampdoria, trovando un risultato positivo ma non tanto insperato quanto l’1-2 dell’Empoli sulla Fiorentina di un Paulo Sousa sempre più criticato e con un piede fuori da Palazzo Vecchio.

 

NAPULE MILLE CULURE – E mille Callejon, giocatore totale capace di garantire reti, assist e cambi direzionali da far venire il mal di testa alle difese avversarie: il tecnico del Genoa Ivan Juric lo aveva identificato come il giocatore più pericoloso dei partenopei alla vigilia della sfida al Ferraris, l’Udinese di Delneri invece subisce tre gol al San Paolo senza diritto di parola. Un palo di Duvan Zapata sul risultato di 1-0 chiude definitivamente le porte ad una possibile rimonta bianconera, evitata da Maurizio Sarri con una prestazione solida.

La Roma pareggia contro un’Atalanta di ferro e ora vede l’ombra del terzo posto avvicinarsi; servono vittorie e servono soprattutto prestazioni convincenti per meritarsi l’ambito ruolo di anti-Juve in Serie A.

A proposito di capolista, un doppio Higuaìn mette in ghiaccio la partita già nel primo tempo, prima che un intervento duro di Sulley Muntari metta a serio rischio la presenza di Paulo Dybala al Camp Nou.

Dopo aver accertato il fatto che si tratti ‘solamente’ di una distorsione alla caviglia, la seconda domanda è lecita: ci sarà contro il Genoa?