Genoa, Gentiletti: “Eravamo venuti a giocarcela, ora testa al Chievo “

Foto tratta da Internet

A commentare la partita persa per 4 a 0 contro la capolista Juventus è arrivato il difensore rossoblu Santiago Gentiletti. Queste le sue parole in zona mista ai microfoni di Radio Nostalgia:

Il problema con queste squadre è che, quando fai un errore, sono devastanti: se lasci loro mezzo metro sono devastanti e dopo diventa troppo difficile. Con altre squadre non sarebbe così. La colpa di un gol è di tutta la squadra, non dell’attacco o della difesa. Nel calcio si è in 11 e si deve essere concentrati sino alla fine”.

“Non siamo venuti qui a difendere tutti indietro: siamo venuti a cercare di fare la partita e dopo un gol è diventato tutto troppo difficile. Ora dobbiamo pensare tutti al Chievo, che è la partita dell’anno. Questo è sicuro”.

I risultati del pomeriggio non sono piaciuti nemmeno a noi. Con la Lazio abbiamo fatto una grande gara e col Chievo, se giochiamo a quella maniera, penso che possiamo vincere. Stasera l’avversario era troppo forte: basta vedere il gol di Mandzukic. Una telefonata al Papa? Effettivamente potrebbe starci in questo momento”. 

DI SEGUITO L’AUDIO CON LE PAROLE DI GENTILETTI RILASCIATE A RADIO NOSTALGIA: