Genoa, Juric: “Contro il Chievo dobbiamo sentire la spinta dei tifosi e giocare d’attacco”

Genoa-Chievo si avvicina a grandi passi e Ivan Juric, tecnico rossoblu, ha voluto far capire che il Genoa ha bisogno di tutti domani al “Ferraris”. Dopo il comunicato della Gradinata Nord comparso in settimana e dopo la visita del Presidente Preziosi al “Pio”, oggi sono arrivate le dichiarazioni in conferenza stampa del tecnico del Genoa.

Questi, per punti, i concetti espressi dall’allenatore del Grifone:

  • La squadra è carica e siamo consapevoli che sia la partita più importante di tutte, l’ abbiamo preparata come tale”.
  • “Penso che sia un momento fondamentale per tifosi e società. È un po’ come in una famiglia dove le problematiche si mettono da parte perché è arrivato il momento di sentire il calore e la spinta del tifo genoano”.
  • “I tifosi penseranno solo a sostenere la squadra, mettendo da parte i problemi”.
  • “Noi vogliamo sicuramente vincere e non dobbiamo perdere, come sempre quando giochi in casa. Poi si vedrà cosa accade, ma ci stiamo preparando per quello”.
  • “Penso che ci dobbiamo attaccare al gioco e ripetere ciò che fai durante la settimana, senza pensare ad altro e senza pensare che non devi sbagliare niente”.
  • “I miei ragazzi devono pensare a questo, al gioco del calcio, al sapersi muovere bene ed essere corti: se ti attacchi al gioco diventa tutto più semplice”.
  • “Dovremo giocare d’attacco, sapendo che se non andasse bene ci sono 90′. Non dovremo perdere la testa”.
  • “Domani è un momento decisivo: è una partita casalinga, manca poco a questa sfida che va affrontata come una finale. Senza pensare al futuro, senza pensare a niente”.
  • “Il presidente l’ho visto sereno, ha semplicemente parlato con la squadra in un momento di difficoltà”.
  • “L’arbitro Pairetto? Non mi preoccupa”.

Sull’avversario del Genoa:

  • “Il Chievo che arriva dalla striscia non positiva è un pericolo”.
  • “È una squadra esperta, che da anni non cambia e che sa benissimo cosa fare e come comportarsi”.

Sulle novità di formazione e i rientri previsti:

  • “Rigoni rientrerà, Ntcham è fuori e almeno per questa non ci sarà”.
  • “Anche Taarabt è fuori insieme con Izzo e gli altri che non abbiamo già da un po’ di tempo”.
  • “Ho dei dubbi su chi mettere a fianco a Veloso, se mettere Rigoni più avanti e far giocare un altro vicino a Veloso: ho questo dubbio”.
  • “Pandev è una delle opzioni se Rigoni non giocasse davanti”.
  • “Perin non tornerà di qui a fine campionato”.
  • “Miguel mi sembra vada meglio, anche come tenuta fisica”.
  • “Ninkovic anche ha fatto un’ottima settimana: domani potrebbe essere una soluzione”.

Sul Crotone, avvicinatosi sempre più al Genoa ed oggi a -6 dai rossoblù, grazie soprattutto ai 10 punti conquistati nelle ultime 4 partite:

  • “Il Crotone è sempre stato molto solido e anche quando perdeva faceva prestazioni positive”.
  • “Ultimamente gli girano anche bene le partite e riescono a portare punti a casa. È una squadra che è sempre stata solida”.