Palermo-Genoa, Onofri: “Indescrivibile il primo tempo. Ora serve una scintilla finale”

Foto TanoPress

Intervenuto ai microfoni di Radio NostalgiaClaudio Onofri ha così commentato la partita persa dal Genoa al “Barbera”, stadio da cui i rossoblu escono con zero punti complicandosi il futuro prossimo in campionato.

Una cosa indescrivibile, difficile mettere delle parole compiute a un primo tempo desolante per atteggiamento e modo di stare in campo”. 

“Se avessi avuto l’atteggiamento del secondo tempo avresti creato altre occasioni. Adesso sono veramente preoccupato perché questa è una squadra di cui non riesco a capire i collegamenti tra testa e piedi. Sono davvero messo male interiormente, ma ci credo perché l’epilogo potrebbe essere paradossale, in positivo, con la scintilla finale che nessuno si aspetta. Oggi sono davvero giù di corda”.

“Se tutto è regolare come sembra che sia, col Cagliari che vince come oggi, la Juventus dovrebbe giocare la partita col Crotone per vincere. Chiaro che l’atteggiamento dipenderà dalla partita di stasera anche”.

“Pinilla non si può vedere così, senza voglia. Entrato il Cholito ha creato quattro o cinque occasioni: questo deve essere lo spirito“.