La giornata che fu: la stagione termina fra i record. Bergamo festeggia, Empoli contesta

Foto tratta da Internet

Anche questa stagione ha ormai oltrepassato il traguardo e la bandiera a scacchi ha decretato il quarto posto dell’Atalanta di Gasperini, che batte di 4 punti il record che conquistò col Genoa nella stagione 2008/2009 (68 punti, ndr), e la retrocessione dell’Empoli, che facendosi recuperare 10 punti negli ultimi due mesi di campionato dal Crotone di Nicola e uscendo sconfitto dal “Barbera” vanifica la permanenza in Serie A. Situazione paracadute? Stando alle stime e alle regolamento comunicato dalla Lega Serie A, dovrebbe essere la seguente, con nessuna quota residuale da assegnare in caso di mancato ritorno immediato in Serie A, essendo esauriti in toto i 60 milioni di “paracadute”:

  • Pescara (10 milioni)
  • Palermo (25)
  • Empoli (25)

E mentre ad Empoli è scoppiata la contestazione, come documentato ieri da Il Tirreno e da diverse testate relative al mondo azzurro…

…il Giudice Sportivo ha comunicato, con diversi mesi di anticipo, i primi squalificati per la prima giornata di campionato 2017/2018. Si tratterà di Chiesa (Fiorentina), Paletta (Milan), Quissanga (Lazio) e Boyè (Torino). Da evidenziare i 15mila euro di ammenda alla società Sampdoria “per avere la maggioranza dei suoi sostenitori, assiepati nelle gradinate, nel corso della gara, più volte intonato cori insultanti di matrice territoriale nei confronti dei sostenitori della Soc. Napoli“. Da comunicato viene evidenziato come si tratti di “non recidiva”.

A livello statistico, per non ripeterci rispetto a quanto scritto stamane nell’editoriale (clicca qui per leggerlo), la stagione 2016/2017 si chiude con 1123 gol segnati, 98 rigori concessi e ben 821 calciatori schierati dalle venti formazioni che hanno preso parte al campionato. Da segnalare come più della metà (415ndr) siano stranieri.

 

Concludiamo questa nostra rubrica, almeno per questa stagione, proponendo poco sopra la classifica del solo girone di ritorno. Il Napoli risulta capolista a fine maggio con un netto +8 ed è seguito dalla Juventus, che perde solamente due punti per strada rispetto al girone d’andata. Migliorano anche un sorprendente Crotone (+16), Sassuolo (+10), Palermo (+6), Roma (+5) e Atalanta (+2). Dati in segno negativo per Milan (-13), Inter (-7), Genoa (-7), Torino (-6), Lazio (-4), Sampdoria (-4) Empoli (-3). A farne le spese più di altre formazioni le due milanesi, che non vanno oltre il sesto posto e perdono per la prima volta nella loro storia, in uno squilibratissimo “2 contro 1”, il duello lombardo con l’Atalanta, che si trova sopra di loro.

Nella stagione dei record, anche quello di Immobile che supera sé stesso con 23 reti segnate e anche quello del giovane rossoblu Pellegri, il primo 2001 a segnare in Serie A: