La notte dei portieri: Benaglio al Monaco, l’Everton sborsa 30 milioni per Pickford

Alle ore 21 vi abbiamo raccontato le ultime sul mercato di colore rossoblù, accesosi dopo il mancato rinnovo da parte di Donnarumma e la conseguente caccia al portiere da parte del Milan. Possibile un attacco a Mattia Perin? Nel nostro ‘Calciomercato Express’ troverete ogni dettaglio.

NEL BLU DIPINTO DI BLU – Dopo aver speso quasi 35.000.000 di euro per il portiere Jordan Pickford, l’Everton mette a segno anche il secondo colpo da 30: Davy Klaassen.

LA NOTIZIA DEL GIORNO – Cristiano Ronaldo, secondo quanto riportato dal quotidiano portoghese A Bola, avrebbe preso la decisione irreversibile di lasciare Madrid dopo le recenti polemiche legate ad una presunta evasione fiscale da parte del 31enne. La notizia, subito ribattuta in tutto il mondo, non ha ancora ricevuto smentite di alcun genere.

Doppio colpo in un giorno per il Monaco: dopo Jordy Gaspar dal Lione arriva anche il portiere Diego Benaglio, svizzero di origini italiane.

A proposito di portieri, la scelta di Gianluigi Donnarumma sposta inevitabilmente equilibri ed obiettivi di mercato sui binari milanisti; dopo una campagna acquisti votata alle grandi spese, ora bisogna decidere quale strategia adottare per risolvere e gestire una situazione sfuggita di mano. C’è chi parla di tribuna, chi di impiegarlo fino al termine del contratto in essere, chi infine sostiene che i dirigenti rossoneri siano già al lavoro per trovare un degno sostituto: Perin e Neto i primi della lista?

Nel frattempo Lukas Podolski riparte dai giapponesi del Vissel Kobe, Mathew Ryan è il nuovo portiere del Brighton e Nikola Milenkovic vestirà la maglia viola.

Il Barcellona mette in vendita Thomas Vermaelen, Cristian Tello, Arda Turan, Jeremy Mathieu e Rafinha. A Liverpool invece sentono aria di partenza Lazar Markovic, Mamadou Sakho e Alberto Moreno.

Tornando alla telenovela riguardante CR7, persino uno fra i più autorevoli giornalisti sportivi spagnoli si è rassegnato all’idea che il portoghese lascerà Madrid. “Sa quel che vuole” sostiene Guillem Balague.