Occhi al Pio: si comincia a fare sul serio

Foto d'archivio

Secondo allenamento per i rossoblu al “Signorini”, con una ventina di tifosi in tenuta più o meno balneare a seguire gli uomini di Juric. Seduta che termina dopo poco più di un’ora con tutti i rossoblu, esclusi gli estremi difensori, a correre attorno al rettangolo verde.

Un tardi pomeriggio caldo, coi portieri a svolgere subito allenamento differenziato e il resto della truppa, che non ha visto aggregati nuovi uomini rispetto a quelli di ieri (assenti Hiljemark, Palladino, Laxalt, Biraschi e Zima, ndr), a svolgere prima un torello a due squadre, poi i primi esercizi col pallone. Gestione del pallone a gruppi di cinque pettorinati. Per Pinilla e Landre diversi giri di campo senza prendere parte agli altri esercizi.

Si intravedono anche alcuni degli esercizi che già l’anno scorso caratterizzarono il ritiro austriaco. Coinvolti anche i portieri per arginare i tiri in porta: lavoro a gruppi di quattro agli ordini di Corradi, Murgita e Ostojic. Juric a lavoro con un terzo gruppo di giocatori.