Genoa, ecco Nicolas Spolli: il profilo – VIDEO

Si era promesso al Genoa già quando era vicino alla scadenza contrattuale col Chievo, dopodiché ha svolto le visite mediche ieri al “Baluardo” per aggregarsi alla truppa rossoblu con qualche giorno d’anticipo rispetto alla partenza del ritiro austriaco. Sta di fatto che Nicolas Spolli, 168 presenze in Serie A e un passato argentino nel Newell’s Old Boys, è approdato finalmente al Genoa. E lo ha fatto portando con sé anche la sua fama di percussionista e amante della musica, un po’ come il suo nuovo compagno Morosini.

Reduce da tre stagioni che, complici infortuni di varia natura, lo hanno condannato a disputare soltanto 39 partite, Spolli, 34 anni, è pronto a rilanciarsi con quello che potrebbe essere il suo ultimo contratto della carriera. Difensore longilineo (1,93 centimetri, ndr), di piede destro, è adatto a giocare come centrale di difesa in una linea a quattro e come laterale di sinistra in una linea a tre, come successe ai tempi di Catania con Montella alla guida tecnica (a destra giocavano infatti in alternanza Motta o Bellusci, ndr).

Quando la disposizione difensiva era a tre, Montella gli preferiva come centrale Legrottaglie e lo stesso Spolli veniva traslato sulla sinistra, avendo più tecnica nel portare il pallone fuori dalla propria metà campo ed essendo dotato di maggiore gamba. Difensore duttile con grande abilità nel colpo di testa, si adatta alle esigenze della propria squadra e ha abituato i tifosi a non tirare mai indietro la gamba. Nell’ultimo anno e mezzo in maglia gialloblu, Maran lo ha sfruttato a tutto campo schierandolo anche come centrale di destra.

Sua principale “problematica” gli infortuni, che come Transfermarkt.it riporta dettagliatamente, lo hanno tenuto quasi ogni stagione sportiva almeno un mese lontano dai campi. Sicuramente però si tratta di un difensore che nell’ultima stagione ha ritrovato continuità, che ha il giusto carattere per giocare sotto la Lanterna e che ha desiderato confrontarsi con una piazza importante (forse la più importante della sua carriera italiana) come quella rossoblu, dove potrebbe anche chiudere la carriera. In attesa dei dettagli sul contratto, ecco un piccolo video di presentazione.