La buonanotte: il secondo giorno tra fatiche, sorrisi e creazione di un gruppo

Foto TanoPress

Sarà ancora una volta un congedo incentrato sul mondo dei social, dopo la notizia dell’ormai imminente ritorno di Bertolacci. E se le impressioni condensate via smartphone andrebbero sempre tenute lontane quando si cerca di raccontare qualcosa in veste di cronisti, tuttavia non deve sfuggire come vivano tra di loro il ritiro i calciatori di una squadra e come desiderino documentarlo. A vederli da vicino, lasciando a casa le impressioni, ci saremo molto presto: per adesso ci rendiamo comunque conto che il clima è più che positivo.

#allenamento #fiume #acquafredda

A post shared by Santiago Gentiletti (@gentilettisanti) on

https://instagram.com/p/BWdLBAKl-N0/

#neustift #perin

A post shared by Genoa CFC (@genoacfcofficial) on

Circa una settimana fa era stato Perin ad avvisare tutti: questa stagione vogliamo riscattare quella passata (clicca qui per rileggere la sua intervista). E se sul campo si fatica, fuori dal rettangolo verde di Kampl si scherza e si costruisce uno spogliatoio solido. Lo si è fatto, ad esempio, riconfermando Pandev e Palladino, già conoscitori dell’ambiente rossoblu che hanno voluto a tutti i costi continuare l’avventura in Liguria.

https://instagram.com/p/BWdIHEwF0CQ/

E lo si è fatto poi cercando di portare in ValStubai quanti più calciatori possibile (30, ndr), per osservarli da vicino in tutti i momenti della sosta austriaca. Forse non tutti resteranno in rossoblu, ma allo stato attuale rappresentano tasselli fondamentali per la creazione di un amalgama, di un gruppo coeso e sicuro dei propri mezzi.

Al Genoa, in questo momento, c’è un gruppo argentino che “piange” l’addio di Burdisso e accoglie il connazionale Spolli, che questa mattina su Instagram si è immortalato col compagno di reparto Gentiletti nel viaggio di ritorno dal campo d’allenamento all’hotel. C’è poi chi da un terrazzo dell’albergo (Biraschi, ndr) scherza sul carico di lavoro doppio di compagni come Perin e Simeone, arrivati per ultimi in hotel dopo la prima seduta mattutina. Insomma, mentre la giornata promette di accrescere il suo contributo social, si intravede molto chiaramente la voglia di affrontare il ritiro alternando momenti di gruppo a momenti di estrema applicazione e fatica agli ordini di Juric e del suo staff.

https://instagram.com/p/BWdKU3lFYHC/

All’ora di cena, a documentare un po’ anche la vita d’albergo, arrivano i “coppini” di Perin e Veloso ad Izzo, filmati da Palladino. 

Se le cosiddette “storie Instagram” sono fatte per raccontarsi, col Genoa di mezzo raccontano qualcosa in più, ovvero sia come sia la vita d’albergo del gruppo rossoblu e come si ricerchi quella forza-spogliatoio che nell’arco di una stagione, dall’inizio alla fine, possa rappresentare ancora una volta l’arma in più.