Torna la Champions “Premier” League: 5 squadre inglesi, dominio spagnolo. Come arriva l’Italia?

PREMIER O CHAMPIONS…LEAGUE? – Questa è solamente una delle domande che in molti si porranno, vista la folta e inedita presenza di ben 5 squadre inglesi nel tabellone di Champions. Non bastavano Chelsea, Tottenham, Manchester City e Liverpool (dopo aver sconfitto l’Hoffenheim nella doppia sfida ai preliminari), anche lo United di José Mourinho parteciperà alla competizione più prestigiosa per club grazie alla vittoria in Europa League.

Champions League: la Juve pesca il Barça, Roma nel girone di ferro. Napoli: si può fare

LA FINALISSIMA – Il calcio che conta torna nella reggia di Kiev, stadio dove l’Italia di Cesare Prandelli è caduta sotto i colpi della Spagna nella Finale di Euro 2012.

A proposito di finali, proprio la Spagna detiene il record del maggior numero di vittorie nella competizione, ovviamente nei paesi delle 32 squadre qualificatesi alla fase a gruppi: 12 Champions League per il Real Madrid, 5 portate a casa dal Barcellona. Dominio iberico sancito dalle ultime 4 annate, terminate con un trionfo bianco o azulgrana.

INTER IS COMING? – Bayern Monaco, Chelsea ed Inter guardano da lontano ricordi indelebili ma sempre più distanti; se i Blues sono tornati quest’anno nella competizione dopo una stagione precedente deludentissima (terminata con il 10° posto), il compito di Luciano Spalletti sarà riportare i nerazzurri ai vecchi fasti. Insomma, alla finale di Madrid. Stessa storia per il Milan di Montella.

Dal 2012 il peggioramento del Ranking Uefa per l’Italia ha determinato la riduzione delle squadre ammissibili alla prossima Champions League, da 4 a 3, un  numero che dal prossimo anno tornerà alle origini con un’aggiunta niente male per le grandi di Serie A: le prime 4 squadre del campionato accederanno infatti ai gironi senza passare attraverso la giungla dei preliminari.

Nota: erano 3 anni consecutivi che l’Italia non riempiva tutti i posti a disposizione in Champions League; prima il Napoli, poi la Lazio ed infine la Roma sono infatti cadute proprio alle soglie della fase a gironi, colpite rispettivamente da Athletic Bilbao, Bayer Leverkusen e Porto.

E’ stata la stagione 2011/12 l’ultima in cui tre italiane su tre hanno passato i rispettivi gironi raggiungendo così gli ottavi di finale: si parlava di Milan, Inter e Napoli.

L’ultima volta che tre squadre italiane su tre passarono indenni i gironi risale al 2011-12, quando Milan, Inter e Napoli (in un girone di ferro con Manchester City, Bayern Monaco e Villarreal) raggiunsero gli ottavi. A vincere fu poi il Chelsea.

PERCENTUALI – Dal 1992/93, la Roma ha passato 7 volte il turno su 9 partecipazioni, con una media positiva del 78%. Atletico Madrid e Chelsea guidano però la lista con una media superiore al 90%, una pessima notizia per i giallorossi alla ricerca di una stagione da incorniciare.

Immagine tratta da Internet

Il Napoli di Maurizio Sarri, pescato nuovamente insieme al Manchester City, vanta in coppia con la squadra di Guardiola un 67% di passaggi del girone nella propria storia. Una storia che non sorride alla Juventus, che oltre alle cinque finali consecutive perse trova il Barcellona, con cui condivide una media sontuosa: passaggio del turno attestato nell’82% dei casi per la squadra di Allegri, 85% per gli uomini di Valverde.

Torna la Champions e i numeri alla fine conteranno davvero poco: sarà un altro dominio spagnolo o vedremo lo strapotere inglese tornare in vetta? L’anno del Paris Saint-Germain arriverà mai? In tutta questa incertezza, siamo sicuri che le italiane potranno mettere una parola scomoda nella speranza di sentir pronunciare il proprio nome nella reggia di Kiev.