Serie A, la Sampdoria affonda contro la Lazio. Ora la fuga delle prime cinque è servita

Foto tratta da Internet

Erano a tre punti di distanza l’una dall’altra, entrambe con una gara da recuperare: e Sampdoria e Lazio non si sono risparmiate al “Ferraris”, in una gara spartiacque per vedere se le prime cinque della classe sarebbero potute scappare o se la formazione blucerchiata avrebbe tenuto aperte le velleità almeno sino al sesto posto incrementando il solco con le inseguitrici. Il primo scenario si è materializzato quasi allo scadere.

Se la Lazio aveva una gara da cui ripartire dopo tre turni senza successi, quella del “Ferraris” contro la Sampdoria si configurava come quella ideale: blucerchiati che peraltro andavano alla ricerca della nona vittoria consecutiva tra le mura amiche, ma che hanno dovuto impattare contro biancocelesti usciti alla distanza, nell’ultima mezz’ora del secondo tempo, dopo aver subito la rete dello svantaggio con una pennellata di Torreira, una grande intuizione di testa di Quagliarella e la marcatura finale di Zapata. A questo gol hanno risposto Milinkovic-Savic e Caicedo, che sfrutterà proprio una progressione del calciatore serbo per siglare l’1-2 finale.

Brignoli ferisce il Milan di Gattuso, esordio amaro anche per Iachini. E l’Inter salta in testa

Lazio che sale a quota 32 punti ma attende di recuperare la gara casalinga con l’Udinese. Sampdoria che perde la seconda gara di fila, interrompe il filotto casalingo di successi casalinghi e prepara la trasferta di Cagliari cercando una rincorsa al quinto posto e difendendosi da una ancora timida rincorsa delle inseguitrici, dal settimo posto in poi. Domani Crotone-Udinese e, ovviamente, Hellas Verona-Genoa: noi ci saremo al “Bentegodi” e ve la racconteremo come nostra consuetudine.

LA CLASSIFICA DOPO LE GARE DELLA DOMENICA: