Ballardini: “Il Genoa non meritava di perdere, complimenti all’Atalanta. Voglio più cattiveria e personalità”

Foto TanoPress

Davide Ballardini ha parlato al termine della sconfitta casalinga contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Queste le sue parole a Mediaset Premium e Sky Sport:

“Quelli che sono fortunati di solito se lo meritano, oggi è stata fortunata l’Atalanta e se lo è meritato. Non vinciamo in casa? Posso parlare per le partite che abbiamo fatto noi, ne abbiamo vinta una in Coppa Italia e pareggiato con la Roma in casa, questa Atalanta si sta facendo rispettare dappertutto. Per me il Genoa ha fatto una buona partita ma può far meglio sulla cattiveria e la personalità. Nell’ordine bisogna essere molto più aggressivi, abbiamo concesso uno spazio che non è giusto concedere a giocatori così bravi”.

“Non credo che meritassimo di perdere, ma complimenti all’Atalanta. Siamo stati poco lucidi e bravi nel gioco, abbiamo buttato via la palla e noi non siamo una squadra così. Dobbiamo creare problemi attraverso il fraseggio, siamo stati troppo precipitosi. Vicino alla porta non siamo così freddi e lucidi per i giocatori che abbiamo, manchiamo di lucidità, arriviamo vicino alla porta ma dobbiamo essere più freddi. Voglio i miei attaccanti più bravi. Nelle nostre gare ci siamo trovati – a parte contro la Roma – quattro o cinque volte di fronte alla porta, questo significa che le occasioni le abbiamo”.

“Pellegri? ha un fastidio muscolare e non si è allenato con la squadra, ha qualità davvero importanti ma dovremmo rivederlo allenarsi con la squadra a partire dalla prossima settimana. Ha tante buone qualità e ed è un ragazzo intelligente. Giuseppe Rossi penso stia abbastanza bene, vicino alla porta sa quel che deve fare, ha qualità straordinarie.” 

Queste invece le parole del mister in conferenza stampa:

“Galabinov l’avrebbe risolta? No, alzando la palla facciamo più fatica, premesso che in terzo tempo anche Lapadula è molto forte. Abbiamo attaccato in modo molto confuso nel finale senza aiutare i nostri attaccanti e Federico Ricci.

“Dobbiamo e possiamo essere più aggressivi, forse il pareggio in quel momento ci ha condizionato. Voglio vedere aggressività e generosità, in certi momenti abbiamo lasciato troppi spazi agli avversari e questo non deve accadere: se mi avessero detto che avremmo avuto così tante squadre dietro qualche settimana fa non ci avrei creduto, ma la strada da fare è ancora molto lunga. Se penso che in panchina hanno De Roon, costato non so quanti milioni, mi torna in mente come loro siano una squadra di livello europeo. E il Genoa l’ha messa in difficoltà”.

“Centuriòn ha fatto qualche allenamento in cui non stava bene ma è un ragazzo su cui puntiamo molto, ha qualita di un giocatore importante e il Genoa pur senza una partita come il Genoa può fare ha creato 4-5 palle gol e non credo oche questa sera meritasse di perdere”.