Le statistiche del 18° turno: sprint dell’Udinese. Chievo e Samp rallentano, il Genoa sorride

Foto TanoPress

Manca una partita al primo bilancio stagionale, alla fine del girone d’andata che ha messo contro tutti i valori del campionato. Mancheranno due partite da recuperare il 24 gennaio prossimo (Sampdoria-Roma e Lazio-Udinese, ndr), tuttavia il quadro comincia ad essere completo.

Ad arrivare con la più brillante rincorsa è la Juventus, che si attesta prima in quasi tutte le varie categorie che descrivono questa stagione: in casa è tanto migliore difesa quanto migliore attacco, mentre in generale segna più di tutte fra casa e fuori. Migliore difesa si conferma la Roma malgrado la sconfitta dell’Allianz Stadium. Il Genoa sorride guardando larga parte delle sue statistiche: le quattro reti incassate dalla Roma lontano dall’Olimpico lo portano a una sola distanza dall’essere la migliore difesa in assoluto in trasferta. Lazio e, ancora una volta, Juventus i migliori attacchi in trasferta (23 gol).

Sul mese di dicembre le prime tre della graduatoria per punti realizzati sono l’Udinese di Massimo Oddo, che ha guadagnato l’intera posta in palio, seguita da Juventus e Sassuolo. In risalita anche Atalanta e Fiorentina. Stabili a metà classifica con 7 punti Napoli, Lazio, Genoa e Roma. Preoccupano le flessioni di Sampdoria (-5 rispetto al mese di novembre), Chievo e Cagliari (-4), specialmente quella della Sampdoria che non vince dal 19 novembre e che ha ormai perso il treno col quinto posto detenuto dalla Lazio. In coda continua a collezionare record negativi il Benevento, col Sassuolo che poco a poco, sospinto da mister Iachini, cerca di togliersi il pesante fardello di peggiore attacco casalingo del campionato con quattro reti.

LE CURIOSITÀ – Ciro Immobile, con 16 reti stagionali, è ad oggi l’unico attaccante italiano ad avere una media realizzativa di un gol a partita e rimane saldamente al secondo posto della classifica cannonieri sfruttando il rigore sbagliato da Icardi per salire a -1 dall’attaccante nerazzurro. Fabio Quagliarella invece, per la seconda stagione di fila (non succedeva dal 2010, ndr), va in doppia cifra segnando contro il Napoli. Un Napoli che Hamsik si riprende, allontanando le critiche e segnando la sua seconda rete di fila e superando con 116 reti il record di gol in maglia partenopea appartenente a Maradona. Da segnalare anche come il gol di Falque contro la Spal sia diventato il più veloce della Serie A 2017/2018.

El Pibe de Oro aveva segnato il primo e l’ultimo gol in campionato contro la Sampdoria, nel 1984 e nel 1991. Hamsik a sua volta ha realizzato il primo gol sempre contro la Sampdoria (2007) superando il record di Maradona sempre contro i blucerchiati nell’ultima gara di campionato. Da Napoli si sono chiesti: segni del destino?

I NUMERI DEL CAMPIONATO (aggiornati alla 18° giornata)*

  • MEDIA GOL RISPETTO ALL’ANNO SCORSO: -2*;
  • RETI DI GIORNATA: 28;
  • RIGORI ASSEGNATI: 54;
  • MIGLIORE DIFESA: ROMA (11);
  • MIGLIORE ATTACCO: JUVENTUS (45);
  • MIGLIORE DIFESA IN CASA: JUVENTUS (4);
  • MIGLIORE DIFESA IN TRASFERTA: ROMA (4);
  • MIGLIORE ATTACCO IN CASA: JUVENTUS (22);
  • MIGLIORE ATTACCO IN TRASFERTA: JUVENTUS, LAZIO (23);
  • PEGGIORE DIFESA: BENEVENTO (41);
  • PEGGIORE ATTACCO: BENEVENTO (9);
  • PEGGIORE DIFESA IN CASA: BENEVENTO (22);
  • PEGGIORE DIFESA IN TRASFERTA: CROTONE (24);
  • PEGGIORE ATTACCO IN CASA: SASSUOLO (4);
  • PEGGIORE ATTACCO IN TRASFERTA: BENEVENTO (3);
  • PARTITE VINTE CON ALMENO 3 GOL DI SCARTO: 40 su 178 (22,4%);

*due partite da recuperare (Sampdoria-Roma, 24 gennaio 2018; Lazio-Udinese, 24 gennaio 2018)