Wylab, lo Sports Tech Incubator che guarda al futuro

Wylab è il primo Sports Tech Incubator in Italia che ha l’obbiettivo di promuovere e sviluppare startup a elevata connotazione tecnologica nel settore dello sport. La creazione di un hub di sviluppo tecnologico legato al mondo sportivo attraverso il coworking e l’incubazione di impresa, sono le fondamenta su cui si basa la mission di Wylab.

«Wylab nasce nel febbraio nel 2016 alla presenza di Marcello Lippi e Giovanni Malagò – racconta Stefano Tambornini il direttore di Wylab – le radici di questo sports tech incubator vanno ricercate nell’esperienza maturata fin dal 2004 con Wyscout, la più grande piattaforma al mondo di scouting per il calcio».

Wyscout – La prima web platform dedicata al calcio

Wyscout è una web platform dedicata al calcio, il suo database contiene oltre 600.000 profili di calciatori corredati da video e statistiche. Questi profili sono quotidianamente consultati da dirigenti, allenatori, scout, agenti e giocatori di tutto il mondo. Il team Wylab mira a trasmettere questo ricco bagaglio di esperienza alla futura generazione di imprese del settore sportivo.

Wylab – Un incubatore di stratup per lo sport

Tra i suoi obbiettivi, Wylab ha quello di allargare a tutto il mondo dello sport la filosofia e il metodo messo a punto da Wyscout ponendosi come incubatore di impresa per tutte le startup che intendono realizzare prodotti high tech per il mondo dello sport. « Oggi seguiamo 20 startup di cui sette come finanziatori- sottolinea Tambornini – attraverso lo strumento del pitch day, incontriamo tanti giovani interessati a proporci progetti per lo sviluppo di nuove realtà, se siamo sulla stessa lunghezza d’onda ci impegniamo a sostenerli».

Wylab funziona come centro di raccolta e di diffusione di idee, attraverso una fitta rete di relazioni che utilizza il coworking come metodo per fare rete tra startup, imprese e innovazione. « Abbiamo creato uno spazio in cui le startup possono interagire tra loro, con club, federazioni, agenti, associazioni sportive di vario tipo e struttura. Uno spazio dove sia possibile entrare in comunicazione sia con il mondo universitario, che con quello finanziario», ci spiega ancora il direttore dello Sports Tech Incubator.

Wylab- Chiavari nuovo polo Sport high tech

Anche il concetto di spazio è un elemento fondamentale per la società, con sede a Chiavari in via Galgiardo 7, come sottolinea Tambornini: « Wylab occupa gli spazi rinnovati di una ex scuola, nel centro di Chiavari. Con oltre millecinquecento metri quadrati a disposizione, la struttura offre 150 postazioni dedicate, due sale riunioni, una sala break, un’area relax, un’aula corsi per 60 persone e una splendida terrazza».

Wylab un anno di attività per costruire il futuro

In un solo anno Wylab ha vagliato oltre 100 domande e selezionato 26 candidature. Di questi progetti, 8 sono diventati startup all’interno dell’incubatore, 4 sono stati accelerati con lo sviluppo di rapporti commerciali anche grazie all’intervento di Wyscout e 5 hanno ottenuto finanziamenti per un totale di oltre 500.000 euro di cui 125.000 sono stati investiti direttamente da Wylab.

Un’enorme factory dedicata alla tecnologia e alla sua applicazione nel mondo sportivo ma non solo: la sede di Wylab è anche il luogo dove vengono realizzati particolari corsi di formazione dedicati a gli ex atleti Coni che vogliono inserirsi nel mondo del lavoro. Grazie a questo fermento creativo, Chiavari si sta trasformando in un polo innovativo per quanto riguarda la creazione di impresa, la formazione, e lo studio di nuove tecnologie all’avanguardia da applicare allo sport.