La prima di Bonucci, la seconda del Benevento. Super Immobile a Ferrara

Poker del bomber laziale a Ferrara, la doppietta di Coda stende la Sampdoria. Bonucci può esultare, il Napoli impara a volare

Immagine tratta dal profilo Twitter ufficiale della Società Sportiva Lazio

Leonardo Bonucci trova la prima rete con la maglia del Milan, decidendo praticamente da solo una gara tiratissima contro l’ex nerazzurro Walter Zenga. Il VAR non convalida il possibile 2-0 firmato da Kessié, Trotta sfiora il gol del pareggio ma i rossoneri trovano in ogni caso tre punti fondamentali, a maggior ragione dopo il 3-0 del Torino nella prima di Mazzarri contro il Bologna.

A Ferrara la Lazio concede tanto a una SPAL frizzante, ma travolge i biancazzurri con un super Ciro Immobile: poker del numero 17, non bastano le reti di Antenucci per gli uomini di Semplici.

A Benevento è invece Gianluca Caprari ad aprire una gara complicata, rivelatasi disastrosa dopo il fischio finale. I padroni di casa sfiorano in un paio di occasioni la rete, colpendo un palo con Coda e una traversa, poi proprio l’attacante giallorosso sale in cattedra: prima una prodezza a giro, poi un colpo su punizione – entrambe del bomber classe 1988 – regalano ai campani la seconda vittoria consecutiva. Nel finale ci sarà spazio anche per il 3-1 firmato dal numero 99 Brignola, così come per la rete della consolazione del solito Kownacki.

Insigne guida il Napoli nel primo tempo ma la rete non arriva fino al minuto 71, quando Koulibaly segna svettando su calcio d’angolo. Il Verona protesta, Pecchia si prende il rosso ma la rete viene convalidata e gli Azzurri si portano momentaneamente a +4 sulla Juventus. Finirà 2-0 al San Paolo, grazie al guizzo di José Maria Callejon nei minuti finali su assist di Lorenzo Insigne.