Un terremoto scuote la Spagna a poco più di 24 ore dall’inizio del Mondiale: Julen Lopetegui non sarà più l’allenatore che guiderà le Furie Rosse in Russia. Dopo le notizie che lo avevano di fatto incoronato nuovo allenatore del Real Madrid, la Federazione spagnola, che non ha affatto digerito né le tempistiche né il fatto di essere stata informata solamente a cose fatte, ha preso una decisione clamorosa esonerando l’attuale commissario tecnico della nazionale, che dirà la sua in merito alla decisione nel primo pomeriggio attraverso un’altra conferenza stampa.

“Il Real Madrid prende un allenatore e prende il migliore – ha spiegato Luis Rubiales, presidente della Federazione spagnola – ma il selezionatore, mentre è allenatore della Federazione, non può fare le cose a questa maniera. Sono stato informato con una o due telefonate cinque minuti prima dell’annuncio ufficiale. Ci siamo visti obbligati a prendere questa decisione”.

“Ho parlato coi giocatori” – proseguirà lo stesso Rubiales in conferenza stampa – mi sono sembrati pronti e faranno tutto il possibile, assieme al nuovo corpo tecnico, per vincere il Mondiale. Non potevamo fare altro: Lopetegui è un impeccabile professionista, ma la forma in queste situazioni è importante“.

Fra i nomi che spuntano all’orizzonte per sostituire, in men che non si dica, lo staff tecnico dell’attuale nazionale c’é quello di Quique Setièn, che rimbalza dalla Spagna come la prima scelta. Ex allenatore salito agli onori delle cronache col Las Palmas di Boateng, Lemos e Jonathan Vieira, è attualmente il tecnico del Betis Siviglia.

Un viaggio in Spagna: El que madruga coge agua clara