Intervenuto a margine della vittoria per 4-0 contro il Lecce, Davide Biraschi, autore dell’assist per il secondo gol del centravanti polacco, ha commentato con grande lucidità e chiarezza la prima uscita stagionale del Grifone in Coppa Italia.

“C’eravamo preparati bene per questa partita, perché era una gara come altre in una competizione importante. Abbiamo preso zero gol e questa è una cosa importante: e poi siamo contenti di questo risultato così importante ottenuti davanti al nostro pubblico. Piatek? Si vede che ha tanta fame sotto porta. Per un attaccante è una cosa veramente importante. È merito anche di tutta la squadra che gli ha dato l’opportunità di fare questi gol”.

Come arrivate alla sfida col Milan?

“Questa gara ci dà grande consapevolezza dei nostri mezzi, del fatto che facciamo un bel gioco. Col Milan però sarà una gara completamente diversa, senza il nostro pubblico ed il suo appoggio contro una squadra che si è rinforzata. Ce la metteremo tutta e quest’anno vorremmo levarci qualche soddisfazione in più dell’anno scorso in campionato”.

Si è rivisto tutto quello fatto in ritiro, come il pallone che tu hai dato in profondità a Piatek per il secondo gol. Questa è stata la bellezza di questa gara…

“Assolutamente sì. Il mister vuole che le punte vadano in profondità quando non ci sono più giocate in modo tale da andare a fare la guerra lì. Oggi Piatek è andato a fare la guerra lì: siamo veramente contenti oggi, soprattutto del gioco espresso. Speriamo di continuare anche con le grandi squadre”.

https://twitter.com/buoncalcio/status/1028417200288399362

Questa difesa a tre creerà problemi a tutti…

“Speriamo che chiunque venga messo in campo possa mettere sempre il meglio. Anche chi oggi non ha giocato, che si allena sempre bene. Siamo tutti sullo stesso livello, una difesa forte. Se uno manca, l’altro è pronto a prendere il suo posto. C’è una sana competitività”.

Prima di iniziare il Lecce doveva mettere in crisi il Genoa. E non c’entrano niente oggi i tempi supplementari con la Feralpi Salò perché avete segnato 4 gol in 38 minuti…

“Assolutamente sì. Siamo entrati con la giusta mentalità di chiudere subito la partita. Sono di una categoria inferiore, ma in queste partite se ne vedono di tutte. Avevamo tutto da perdere ma siamo rimasti sempre sul pezzo. Questo risultato ci rafforza e ci dà consapevolezza per affrontare il campionato”.

Tanti tifosi spesso dicono che la squadra non si impegna in Coppa Italia. Quest’anno si può concentrare qualche energia in più in questa competizione?

“Non sono d’accordo con questa affermazione. Per noi ogni partita si affronta come la partita della vita: è sempre bello vincere. Ovviamente in Coppa Italia ci sono molte meno gare per arrivare alla finale, sono tutti scontri diretti ed è una lotteria. Noi ci mettiamo il massimo impegno in ogni partita. Ci metteremo il massimo impegno sino ad una eventuale finale”.

Oggi c’è stato anche il ritorno di Mimmo Criscito…

“Criscito è una grande uomo e giocatore. Oggi si è visto che giocatore sia. Oltre a livello calcistico, è importante anche per lo spogliatoio, come capitano. Simao molto contenti che sia tornato”.

DI SEGUITO L’AUDIO CON LE PAROLE DI DAVIDE BIRASCHI


Genoa 4-0 Lecce, Piatek si presenta con un poker. Adesso una tra Entella o Salernitana