Home Occhi sul mondo

Occhi sul mondo

UFFICIALE – Galabinov è un nuovo giocatore dello Spezia

Andrej Galabinov lascia il Genoa dopo una sola stagione, condita da 20 presenze e tre reti decisive per la salvezza del Grifone. Il centravanti bulgaro ha trovato l'accordo con lo Spezia, squadra dove già si era trasferito ad inizio calciomercato Eugenio Lamanna, e ritorna in cadetteria dopo aver vestito le maglie di Livorno, Novara e Avellino. Ha all'attivo 45 reti nel campionato di Serie B. 

UFFICIALE – Ninkovic passa all’Ascoli. Luigi Carillo al Brescia

Dopo una stagione in cadetteria con l'Empoli, Nikola Ninkovic è pronto a confrontarsi nuovamente con la Serie B. La sua prossima squadra sarà infatti l'Ascoli, formazione salvatasi l'anno scorso ai play-out condannando alla retrocessione la Virtus Entella. Ninkovic, 23enne originario di Bogatic, passa a titolo definitivo alla formazione marchigiana. Lascia il Genoa dopo appena due stagioni, 20 presenze e tre reti messe a segno fra campionato e Coppa Italia. 

La Virtus Entella chiede la riammissione in Serie B

"Facendo seguito a tutta la pregressa corrispondenza, considerata la recente modifica dell’Art.50, comma 3 delle NOIF" la Virtus Entella ha richiesto in maniera ufficiale, nella giornata di oggi, la riammissione alla Serie B 2018/19 in qualità di 20a squadra della competizione.

Europa League, Atalanta avanti: ora l’ultimo ostacolo si chiama Copenaghen

L'Atalanta di Giampiero Gasperini aveva vissuto una vigilia burrascosa con le dichiarazioni dell'ex tecnico rossoblu, ma procede a passo spedito, galvanizzata anche dall'acquisto di Emiliano Rigoni dallo Zenit, e passa all'ultimo round delle qualificazioni europee battendo per 2-0 gli israeliani del Maccabi Haifa. L'avversaria adesso sarà il Copenaghen, che nel precedente turno eliminatorio ha avuto la meglio contro il CSKA Sofia. A decidere la sfida di Reggio Emilia sono state le due punte a disposizione del tecnico orobico, prima Zapata e poi Cornelius, che subentrando dalla panchina chiude la sfida nel finale di gara. La gara ha avuto il suo perché anche fuori dal campo, dove sono comparsi - esposti dal tifo orobico - due striscioni di solidarietà e vicinanza a Genova dopo la tragedia del Ponte Morandi. 

Ponte Morandi, il Camp Nou si stringe attorno a Genova – FOTO

Non solo prime pagine dei giornali o messaggi social, ma anche striscioni dentro e fuori dagli stadi. La solidarietà verso Genova sta facendo il giro del mondo e, dopo essere passata dallo striscione esposto ieri dai tifosi dell'Ancona e da raffigurazioni essenziali ma commoventi come l'immagine di due tifosi, genoano e sampdoriano, abbracciati per ricongiungere le due estremità del ponte crollato, è arrivata sino al Camp Nou, dove ieri il Barcellona ha disputato il Trofeo Gamper sfidando il Boca Juniors, che per lunga tradizione e storia si è legato a Genova.  SUPERCOPPA EUROPEA DA MANUALE DEL CALCIO - Nella serata di ieri si è disputata anche la Supercoppa europea, a Tallinn, capitale dell'Estonia. Stadio un po' atipico forse per ospitare un derby caldo come quello fra Atletico Madrid e Real Madrid. Derby che termina sul 2-2 a fine tempi regolamentari con reti, nell'ordine, di Diego Costa, Benzema, Ramos (rigore) e ancora Diego Costa. E derby che verrà poi vinto ai supplementari dai Colchoneros di Juan Pablo Simeone: due recuperi del pallone provvidenziali di Thomas spianano la strada a due soluzioni in orizzontale, la prima finalizzata al volo di sinistro da Saùl, la seconda rifinita con un preciso piatto destro di Koke. Due o tre passaggi e si arriva in porta. Reti da manuale del calcio a consegnare la terza Supercoppa europea della sua storia ai materassai di Madrid, che avranno propiziato sonni poco lieti e profonde riflessioni nell'animo di Florentino Perez. 

Serie B, sorteggiato il calendario. E la FIGC conferma il campionato a 19 squadre

Il centro storico di Cosenza, città la cui squadra ha ritrovato la Serie B la stagione passata, ha fatto da teatro al sorteggio dei...

Supercoppe d’Europa, trionfano Barcellona e Bayern. Tris Lewandowski, altro record per Messi

Non tutti i campionati sono cominciati in Europa. Venerdì 17 e Sabato 18 agosto partiranno Liga spagnola e Serie A, venerdì 24 agosto la Bundesliga. E se il weekend del calcio francese e inglese è stato segnato dalla prima giornata di campionato, in Germania e Spagna è stato tempo di Supercoppa. Un antipasto di quella europea che si disputerà a Ferragosto a Tallinn e che metterà di fronte Atletico Madrid e Real Madrid.  SUPERCOPPA DI SPAGNA - La prima finale di Supercoppa spagnola disputata all'infuori dei confini iberici, in Marocco, ha portato il Barcellona a trionfare per la sua tredicesima volta in una supercoppa. Partita che ha regalato grandi emozioni, dalla rete del vantaggio del Siviglia assegnata a Sarabia dal VAR, al suo esordio nel calcio spagnolo, sino al ribaltone blaugrana. Ribaltone firmato Piquè e Dembelè e vicinissimo ad essere vanificato su rigore: provvidenziale Ter Stegen a neutralizzarlo dopo averlo procurato e consegnare a Messi il record di essere il giocatore del Barcellona ad aver vinto più trofei nella storia.  SUPERCOPPA DI GERMANIA - Dopo un'estate passata ad essere accostato al Real Madrid, Robert Lewandowski sembra aver messo la parola fine sulle ipotesi che allontanerebbero dalla Baviera. Lo ha fatto segnando una tripletta nella finale di Supercoppa contro l'Eintracht Francoforte, vincitore della Coppa di Germania nella passata stagione. Risultato finale che ha consegnato un passivo più ampio: 0-5 a favore dei bavaresi, che in gol sono andati anche con Coman e Thiago Alcantara. Sorride la Polonia: in settimana sono arrivate ben otto reti dal parco attaccanti della nazionale in tre gare diverse, un'amichevole (Milik contro il Wolfsburg) e due partite con posta in palio (Piatek e Lewandowski).  E il 7 settembre, a Bologna, ci sarà Italia-Polonia di Nations League.

Sarri sorride, il Liverpool parte in quarta. Bernardo-Sterling: capolavoro del City

Il primo weekend di Premier League si è concluso senza Monday Night, con 25 reti in 10 partite e più di qualche titolo...

Il Pisa fa la storia a Parma, fuori tutte le tre neo-promosse. Samp-Jankto

Empoli, Parma e Frosinone: le tre neo-promosse in Serie A, ad una settimana dall'inizio del campionato, dicono addio alla possibilità di giocarsi i sedicesimi di finale in Coppa Italia. Tutta colpa di Cittadella, Südtirol e Pisa, che si sono imposte in una domenica sera ricca di sorprese e colpi bassi. Come quello che ieri sera ha sferrato il Benevento alla nuova Udinese di Velàquez grazie a Nicolas Viola e Andrés Tello. STORIA AL TARDINI - I nerazzurri di Luca D'Angelo, passati con enorme fatica la scorsa settimana in casa della Cremonese, hanno steso il Parma di Roberto D'Aversa con un colpo da maestro firmato dal classe 1996 Roberto Zammarini. "Un risultato da ricordare negli anni" scrive il sito ufficiale dei toscani.

Coppa Italia: ai sedicesimi sarà Genoa-Virtus Entella

Il prossimo 5 dicembre 2018 il Genoa, reduce dal poker rifilato al Lecce, affronterà un'altra formazione ligure nei sedicesimi di finale di Coppa Italia: si tratta della Virtus Entella del neo allenatore Boscaglia. La formazione del Tigullio ha avuto la meglio sulla Salernitana chiudendo la gara nei primi 8' di gioco con le reti di Currarino e Mota Carvalho, giovane in prestito dal Sassuolo. Risultato finale di 2-0 per i diavoletti che conquistano dunque uno storico accesso ai sedicesimi di finale della Coppa Italia.
8,690FansMi piace
1,036SeguaciSegui
497SeguaciSegui
579SottoscrittoriSottoscrivi

L'Outlet di Buon Calcio a Tutti