Processo Izzo, squalifica ridotta a sei mesi

Non si è dimenticato due giorni fa di incitare i propri compagni in vista della sfida contro il Torino (clicca qui per leggere le sue parole), ma Armando Izzo sapeva molto bene che anche ieri, alla Corte d’appello federale, sarebbe stata un’altra importante giornata. È stato infatti presentato dal suo nuovo legale, Mattia Grassani, il ricorso per chiedere uno sconto sulla pena a 18 mesi di squalifica per due omesse denunce.

Come già riportava anche Irpinianews.it nel primo pomeriggio di ieri, che seguiva da vicino soprattutto le vicende relative all’Avellino che, oltre al processo, attendeva anche di conquistarsi contro il Latina la matematica salvezza sul campo, non era da escludere l’ipotesi di una “sentenza lampo” già la scorsa sera. In realtà, buonsenso e tempi tecnici hanno fatto slittare tutto alla giornata di oggi.

Squalifica ridotta a sei mesi per il calciatore rossoblu, che dunque potrà tornare in campo già a metà ottobre.

Clicca qui per leggere il comunicato ufficiale della FIGC, di cui riportiamo un estratto proprio riguardante Izzo: “Ricorso PARZIALMENTE ACCOLTO e, per l’effetto, riduce la sanzione della squalifica a mesi 6 e ridetermina la sanzione dell’ammenda in euro 30.000”.